X
GO
La procreazione medicalmente assistita dovrebbe tenere conto anche della valutazione dell’iperomocisteinemia nella donna come indice di carenza di micronutrienti in modo particolare di vitamine del gruppo B.
L’integrazione per tre mesi del nutraceutico Synaid® migliora lo stato funzionale (PCSF) e i punteggi del MMSE, PSQ Index e SRDS, in pazienti anziani guariti da COVID-19 con disordini neuropsichiatrici post infezione.
L’integrazione prolungata del nutraceutico Synaid® migliora la memoria e altre funzioni neuropsicologiche in soggetti cognitivamente preservati e in pazienti con deterioramento cognitivo.
Integrare vitamina D previene le infezioni acute respiratorie. È quanto emerge da una meta-analisi pubblicata su The Lancet Diabetes & Endocrinology il 30 marzo 2021 da 42 ricercatori di diversi istituti, ospedali e università del globo e guidati dal Prof. Martineau della Queen Mary University di Londra.
La carenza di Vitamina D sembrerebbe associata a stadi clinici di COVID-19 più compromessi, è quanto si legge in un comunicato dell’Istituto Superiore di Sanità del 22 marzo 2021.
Presa di posizione della società scientifica spagnola di geriatria e gerontologia: la supplementazione della vitamina D deve diventare una pratica standardizzata per la prevenzione e il trattamento della malattia COVID-19.
Seguire una dieta chetogenica ed eucalorica si è rivelato efficace sia per il trattamento di pazienti malnutriti, sia per la prevenzione e la riabilitazione dei pazienti affetti da malattia da SARS-CoV-2.
A far luce tra i numerosi studi pubblicati negli ultimi mesi sul legame tra vitamina D e COVID-19 sarà forse lo studio CORONAVIT (Phase 3 Randomised Controlled Trial of Vitamin D Supplementation to Reduce Risk and Severity of COVID-19 and Other Acute Respiratory Infections in the UK Population) guidato da Adrian Martineau - della Queen Mary University di Londra - e pubblicato su ClinicalTrials.gov. Partito a fine ottobre, lo studio sta arruolando più di 5.000 volontari (esattamente...
Inpha Duemila provvederà alla fornitura a titolo gratuito dei prodotti nutrizionali PVS34 e ANABOLYS a tutte le strutture sanitarie che ne avranno necessità.
Con l'avanzare degli anni è relativamente frequente percepire un calo della memoria, tecnicamente definito declino cognitivo.
Pagina 1 di 2 PrimoPrecedente [1]