X
GO
07gen

Cos’è la quercetina? Quali sono le sue proprietà benefiche?

La quercetina appartiene ad un gruppo di sostanze polifenoliche conosciute come flavonoidi (nello specifico appartiene alla classe dei flavonoli).

I flavonoidi furono scoperti dallo scienziato ungherese Albert Szent- Györgyi, lo scopritore della vitamina C (vinse il premio Nobel per la medicina e la fisiologia nel 1937), il quale osservò che i flavonoidi hanno un effetto sinergico con la vitamina C.

La quercetina è ampiamente distribuita nel regno vegetale: la troviamo nella frutta, nella buccia e nella scorza di mele e cipolle, nel cacao, nei frutti rossi e nei broccoli. Fonti particolarmente ricche sono gli agrumi, l’olio di oliva, le cipolle, il vino rosso, il tè verde e l’erba di San Giovanni (Iperico).

Solitamente la quercetina che viene impiegata negli integratori alimentari è estratta dai boccioli di Shopora japonica (pianta appartenente alla famiglia delle Fabaceae - Leguminose) conosciuta anche come Robinia del Giappone, Acacia del Giappone, Albero Pagoda; la pianta, di origine asiatica (Cina e Corea), cresce in zone relativamente calde e temperate ed è diffusa anche nelle regioni a clima mite d'Europa.

Poiché la Shopora japonica è molto ricca di quercetina, si riesce ad ottenere un estratto praticamente puro, tanto è vero che il nome della pianta non viene solitamente dichiarato nelle etichette degli integratori alimentari.

La quercetina è il flavonoide maggiormente utilizzato per i disturbi metabolici e infiammatori e la principale attività attribuita è quella antiossidante.

Essa infatti contribuisce a ridurre la formazione di radicali liberi e sostanze pro-infiammatorie rivelandosi di fatto un prezioso alleato per la nostra salute. Inoltre, ad essa vengono attribuite proprietà vasoattive in quanto aumenta la resistenza dei capillari e ne regolano la loro permeabilità.

Numerosi studi scientifici dimostrano inoltre che la quercetina possiede le seguenti attività:

  • antinfiammatoria,
  • anti-estrogenica,
  • nella riduzione della formazione del tessuto endometriale,
  • nella riduzione significativa della pressione sistolica in pazienti borderline, in particolare se in sovrappeso,
  • anti-aterosclerotica mediante l’inibizione dell’ossidazione delle LDL e il conseguente danno endoteliale arterioso,
  • di protezione cardiovascolare,
  • antivirale,
  • immunomodulatoria,
  • antiallergica,
  • gastroprotettiva.

La quercetina viene assorbita a livello intestinale e i suoi metaboliti sono distribuiti dal fegato ai vari tessuti dell’organismo; nel plasma si trova legata all’albumina. Il picco plasmatico si raggiunge dopo circa 7 ore dall’assunzione e l’emivita di eliminazione è di circa 25 ore. La disponibilità della quercetina assunta per via orale è incerta: sembra infatti che la quercetina sia meglio e più uniformemente assimilata dall’intestino se assunta insieme a grassi quali i trigliceridi a media catena. Per questa ragione è importante che gli integratori contengano sostanze lipidiche e che vengano assunti a stomaco pieno.

Poiché gli studi scientifici hanno dimostrato che grazie ad un elevata assunzione di flavonoidi si riduce il rischio di patologie cardiovascolari e che la quercetina è quella maggiormente presente nella nostra dieta, si consiglia di consumare giornalmente frutta e verdura.

Qualora di fatto non si assuma un sufficiente quantitativo di polifenoli o in particolari condizioni di salute nelle quali sia necessario assumerne in maggiori quantità si può fare ricorso all’utilizzo degli integratori alimentari purché contenenti estratti standardizzati, titolati e associati a promotori di assorbimento che ne favoriscano l’assimilazione.

Nell’integrazione l’assunzione giornaliera massima consentita dal nostro Ministero della Salute è di 200 mg al giorno ma, grazie all’impiego in alcuni prodotti di sostanze che ne promuovono l’ assorbimento, il quantitativo, seppure inferiore, risulta essere sufficiente.

 

Bibliografia

  • Alexander Victor Anand David, Radhakrishnan Arulmoli, and Subramani Parasuraman. Overviews of Biological Importance of Quercetin: A Bioactive Flavonoid. Pharmacogn Rev. 2016 Jul-Dec; 10(20): 84–89.
  • Bhaskar S, Sudhakaran PR, Helen A. Quercetin attenuates atherosclerotic inflammation and adhesion molecule expression by modulating TLR-NF-κB signaling pathway. Cell Immunol. 2016 Dec;310:131-140. doi: 10.1016/j.cellimm.2016.08.011. Epub 2016 Aug 26.
  • Brüll V., Burak C., Stoffel-Wagner B., Wolffram S., Nickenig G., Müller C., Langguth P., Alteheld B., Fimmers R., Naaf S., Zimmermann B.F., Stehle P., Egert S. Effects of a quercetin-rich onion skin extract on 24 h ambulatory blood pressure and endothelial function in overweight-to-obese patients with (pre-)hypertension: a randomised double-blinded placebo-controlled cross-over trial. Br J Nutr. 2015 Oct 28;114(8):1263-77 2.
  • Cao Y., Zhuang M.F., Yang Y., Xie S.W., Cui J.G., Cao L., Zhang T.T., Zhu Y. Preliminary study of quercetin affecting the hypothalamic-pituitary-gonadal axis on rat endometriosis model. Evid Based Complement Alternat Med. 2014;2014:781684. doi: 10.1155/2014/781684. Epub 2014 Oct 28.
  • Egert S, Bosy-Westphal A, Seiberl J, Kürbitz C, Settler U, Plachta-Danielzik S, Wagner AE, Frank J, Schrezenmeir J, Rimbach G, Wolffram S, Müller MJ. Quercetin reduces systolic blood pressure and plasma oxidised low-density lipoprotein concentrations in overweight subjects with a high-cardiovascular disease risk phenotype: a double-blinded, placebo-controlled cross-over study. doi: 10.1002/mnfr.201500144. Epub 2015 Aug 26. Br J Nutr. 2009 Oct;102(7):1065-74. doi: 10.1017/S0007114509359127. Epub 2009 Apr 30.
  • Egert S, Bosy-Westphal A, Seiberl J, Kürbitz C, Settler U, Plachta-Danielzik S, Wagner AE, Frank J, Schrezenmeir J, Rimbach G, Wolffram S, Müller MJ. Quercetin reduces systolic blood pressure and plasma oxidised low-density lipoprotein concentrations in overweight subjects with a high-cardiovascular disease risk phenotype: a double-blinded, placebo-controlled cross-over study. Br J Nutr. 2009 Oct;102(7):1065-74. doi: 10.1017/S0007114509359127. Epub 2009 Apr 30.
  • ., Chan S.H., Chu P.M., Tsai K.L. Quercetin is a potent anti-atherosclerotic compound by activation of SIRT1 signaling under oxLDL stimulation. Mol Nutr Food Res. 2015 Oct;59(10):1905-17.
  •  A.J. Symons J.D., Thunder J. Therapeutic Potential of Quercetin to Decrease Blood Pressure: Review of Efficacy and Mechanisms. Advances in Nutrition, Volume 3, Issue 1, 1 January 2012, Pages 39–46.
  • Pfeuffer M, Auinger A, Bley U, Kraus-Stojanowic I, Laue C, Winkler P, Rüfer CE, Frank J, Bösch-Saadatmandi C, Rimbach G, Schrezenmeir J.
    Effect of quercetin on traits of the metabolic syndrome, endothelial function and inflammatory parameters in men with different APOE isoforms. Nutr Metab Cardiovasc Dis. 2011 Nov 23.
  • Zhang X., Wang X., Wang H.J., Yang Q., Qie M.R. Inhibition effect and mechanisms of quercetin on surgically induced endometriosis. Sichuan Da Xue Xue Bao Yi Xue Ban. 2009 Mar;40(2):228-31, 244.